Regione Abruzzo
Alto Contrasto Reimposta
Area Protetta
Stemma

Conservatorio di Musica Giuseppe Martucci

Salerno

Menu
Menu
Stemma
Amministrazione Trasparente Albo Pretorio Contatti Sicurezza e Prevenzione

Master di Secondo Livello in Fisarmonica

 

Denominazione del Corso di Studio: CORSO DI MASTER DI SECONDO LIVELLO IN FISARMONICA

Piano di Studio: pdf icon

 

moduli SAD/DISCIPLINA specifica tipologia insegnamento ore di lezione ore di studio CFA tipo di valutazione CFA totali
1. FORMAZIONE DI BASE COTP/01 ANALISI DELLE FORME COMPOSITVE
Analisi del repertorio originale per fisarmonica
G 40 60 4 E 8
  COTP/06 SEMIOGRAFIA MUSICALE
Notazione e grafia della musica contemporanea
G 40 60 4 E  
2. ATTIVITÀ FORMATIVE CARATTERIZZANTI CODI/18 PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI
Repertorio originale per fisarmonica*
G 60 90 6 E 34
  CODI/18 PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI
Repertorio non originale dal '500 ai contemporanei*
G 60 90 6 E  
  CODI/18 PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI
Repertorio solistico con orchestra*
G 40 110 6 E  
  CODI/18 PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI
Repertorio per fisarmonica in formazione orchestrale*
G 40 110 6 E  
  CODI/18 FONDAMENTI DI STORIA E TEORIA DELLO STRUMENTO
Storia della fisarmonica classica
Accordatura e manutenzione ordinaria
G 40 60 4 I  
  CODM/03 MUSICA DA CAMERA
Repertorio in formazioni cameristiche
G 40 110 6 E  
3. STAGE   I/G   250 10   10
4. PROVA FINALE Prova esecutiva e elaborato di ricerca      200 8 E 8
TOTALI     360 1140 60 8 60

* moduli per i quali è possibile la singola iscrizione (art. 6).

 

Art. 1 (Definizioni)

Ai sensi del presente Regolamento si intende:

a) per credito formativo: la misura del volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale,

richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l'acquisizione di conoscenze ed

abilità nelle attività formative previste dal Corso di Master;

b) per obiettivi formativi: l'insieme di conoscenze e abilità che caratterizzano il profilo culturale e professionale al conseguimento delle quali il Corso di Master è finalizzato;

c) per attività formativa: ogni attività organizzata al fine di assicurare la formazione culturale e professionale

degli studenti;

d) per Istituzione: il Conservatorio di Musica «Giuseppe Martucci» di Salerno;

e) per docenti del Master: i professori di prima e seconda fascia, nonché i professionisti e gli esperti esterni che svolgono attività didattiche ai sensi del successivo art. 4.

 

Art. 2 (Principi generali, finalità e caratteristiche del corso)

Il presente regolamento disciplina l'istituzione, l'attivazione e l'organizzazione del Corso di Master di secondo livello in FISARMONICA.

Il corso di Master di secondo livello in FISARMONICA ha durata annuale e prevede attività formative di livello adeguato al grado di perfezionamento e di formazione che si intende perseguire.

Le attività formative sono articolate e distribuite proporzionalmente alla durata del corso e di norma iniziano tra il 1° settembre e il 30 novembre.

L'inizio delle attività formative è programmato in relazione alla conclusione delle procedure di iscrizione dei candidati ammessi a seguito della selezione.

L’ordinamento del corso di Master prevede il conferimento di 60 crediti formativi, corrispondenti a 1500 ore di impegno complessivo, in aggiunta a quelli già acquisiti per conseguire il titolo di accesso al corso.

Le attività formative del Master sono realizzate in forma di lezioni frontali, laboratori, seminari, didattica interattiva, visite didattiche, conferenze, tirocini, stage ed erogate per un numero di 360 ore. I tirocini e gli stage si svolgono di norma presso enti o aziende esterni all'Istituzione: tra esse l’Accademia Musicale "Jacopo Napoli" - Cava dè Tirreni (SA); l’Associazione Musicale "Clementi" - Silla di Sassano (SA); l’Associazione. Culturale Musicale "Sant’Alfonso Maria dè Liguori" -Pagani (SA); l’Istituto Comprensivo “Pietro Visconti” - Ogliastro Cilento (SA); l’Istituto Comprensivo "Mons. Vassalluzzo” – Roccapiemonte (SA).

La frequenza degli iscritti al Master è obbligatoria in misura comunque non inferiore all’80 per cento delle attività formative previste.

Alle attività di tirocinio e stage deve essere riservato un numero di crediti non inferiore a 10.

Il numero degli iscritti al Master non può essere inferiore a dieci.

 

Art. 3 (Istituzione e attivazione)

Su proposta della Scuola di FISARMONICA, il Consiglio Accademico ha deliberato in data 28/03/2022 l’attivazione del Corso di Master di secondo livello in FISARMONICA per l’anno accademico 2022/2023 con particolare riferimento ai seguenti elementi essenziali:

a) obiettivi formativi e profili professionali di riferimento:

Il Master è finalizzato alla preparazione della carriera professionale di giovani fisarmonicisti in possesso di qualità artistiche e tecniche tali da meritare un perfezionamento finalizzato alla carriera professionale, fondata su una solida formazione solistica di alto livello. Il Master mira a sviluppare le competenze interpretative, con particolare riferimento al repertorio solistico, solistico con orchestra, in formazioni orchestrali e cameristiche.

b) articolazione delle attività formative e modalità di svolgimento delle verifiche, compresa la prova finale :

L’articolazione delle attività formative, comprensiva di cinque moduli (formazione di base, attività formative caratterizzanti, prova finale) si articola secondo la seguente tabella:

Il lavoro didattico sarà organizzato in lezioni teorico-pratiche inerenti:

- prassi esecutive del repertorio originale per fisarmonica;

- prassi esecutive del repertorio non originale per fisarmonica dal ‘500 ai compositori contemporanei;

- prassi esecutive del repertorio per fisarmonica dal ‘500 in formazione orchestrale;

- prassi esecutive del repertorio solistico per fisarmonica e orchestra;

- prassi esecutive del repertorio cameristico per fisarmonica;

- analisi del repertorio specifico;

- semiografia e notazione contemporanea;

- accordatura e manutenzione dello strumento;

- stage e tutoraggio.

Per supportare un efficace trasferimento delle competenze apprese ai contesti reali è fornita la possibilità di tutoraggio e supervisione individuali e/o in piccoli gruppi.

Al termine di ogni attività formativa è previsto un esame, ad autoverifica del proprio percorso di studio e del livello formativo raggiunto.

Gli iscritti al Master dovranno inoltre partecipare alle attività di produzione programmate dal Conservatorio anche in convenzione con altri Enti pubblici e/o Istituzioni private.

La prova finale prevedrà l’esecuzione di un programma da concerto di repertorio solistico della durata massima di 45 minuti. Per essere ammesso all’esame finale lo studente deve aver sostenuto positivamente tutti gli esami previsti dal piano di studio, e aver terminato il tirocinio.

c) composizione del Consiglio di Corso

Prof. Giuseppe SCIGLIANO (coordinatore);

Prof. Marina MEZZINA;

Prof. Antonello MERCURIO;

Prof. Fulvio ARTIANO;

Prof. Ernesto PULIGNANO.

d) risorse di docenza e strutture disponibili

Il corpo docente del Master potrà comprendere, oltre a docenti del Conservatorio, una adeguata componente di esperti esterni. Le attività formative si terranno presso il Conservatorio di Salerno.

e) struttura o ente cui compete la gestione organizzativa e amministrativo-contabile del corso

La gestione organizzativa e amministrativo-contabile del Master competono al Conservatorio di Musica «Giuseppe Martucci» di Salerno.

f) Piano finanziario

pdf icon

(approvato dal Consiglio di Amministrazione – con delibera n. 28 del 28/04/2022)

 

Art. 4 (Docenza e coordinamento dei Master)

L'organizzazione e il coordinamento di ciascun corso del Master è affidato al Consiglio di Corso. Il Consiglio di Corso è composto da cinque membri, la maggioranza dei quali docenti dell'Istituzione. Il Consiglio può comprendere esperti esterni.

Il Coordinatore del corso di Master è responsabile del funzionamento e del coordinamento delle attività del corso.

Il Coordinatore viene designato tra i docenti dell'Istituzione componenti del Consiglio di Corso. Un docente non può coordinare più di un corso di Master.

Allo scopo di progettare e monitorare le attività formative, il Consiglio di Corso individua tra i propri componenti un responsabile di progettazione.

Prima dell'inizio dei corsi, il Consiglio di Corso propone al Consiglio Accademico, sentite le Scuole interessate, l'impegno didattico nel corso di Master dei docenti dell'Istituzione, acquisendone l'autorizzazione. In ogni caso, l'impegno didattico nel corso di Master da parte dei docenti dell'Istituzione non può sostituire l'impegno didattico nei corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello, derivante dalla programmazione didattica dell’Istituzione.

Il corpo docente del corso di Master può comprendere, oltre a docenti dell'Istituzione, docenti di Istituzioni italiane o estere; deve inoltre essere prevista una adeguata componente di esperti esterni, al fine di assicurare il collegamento con il mondo del lavoro e delle imprese, e l'aggiornamento professionale. L'attribuzione delle attività di docenza, coordinamento e progettazione è effettuata dai Consigli accademici su proposta dei Consigli di Corso. Le sopra indicate attività, effettuate dai docenti dell'Istituzione al di fuori del monte orario di impegno definito da ciascuna Scuola, possono essere retribuite con compenso orario proposto dal Consiglio di Amministrazione, all'interno della dotazione prevista dal piano finanziario del corso e secondo le modalità previste per l'attribuzione di incentivi ai docenti. Il Consiglio di Amministrazione propone anche i compensi dei docenti esterni, dei tutor e del personale tecnico-amministrativo.

 

Art. 5 (Tutor)

Allo scopo di promuovere e sviluppare il valore formativo del corso di Master, il Consiglio di Corso individua il Prof. Ernesto Pulignano quale Tutor per svolgere attività di supporto organizzativo, sostegno alla didattica attiva e coordinamento delle attività di tirocinio.

 

Art. 6 (Requisiti di ammissione)

Possono iscriversi al Master i cittadini italiani e stranieri che alla scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione siano in possesso del diploma accademico di secondo livello o di previgente ordinamento in Fisarmonica o di altro titolo rilasciato all’estero riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.

I titoli di studio conseguiti all'estero, se non riconosciuti dalla normativa vigente, dovranno essere valutati dal Consiglio di Corso che li potrà riconoscere equivalenti ai soli fini dell'ammissione al corso.

Il riconoscimento di CFA per attività formative pregresse debitamente certificate, con conseguente abbreviazione del corso di Master, è consentito alle condizioni e nei limiti stabiliti dal Consiglio accademico dell'Istituzione.

Ai fini dell'ammissione è prevista una selezione per merito da effettuarsi attraverso un colloquio relativo ai

seguenti aspetti:

a) Motivazionale

b) Competenze culturali generali, linguistiche e musicali

c) Accertamenti dei prerequisiti specifici in relazione ai contenuti del corso;

d) Curriculum artistico - professionale

Prova di accesso:

• Verifica delle competenze musicali: esecuzione strumentale

• Verifica dell'attitudine e delle motivazioni alla relazione d'aiuto

Per gli studenti stranieri è richiesta la conoscenza della lingua italiana.

È prevista l'ammissione alla selezione studenti diplomandi, a condizione che il titolo di studio richiesto risulti comunque conseguito all'atto dell'immatricolazione, e comunque prima dell'inizio delle attività del corso. In caso di disponibilità di posti e oltre il numero minimo previsto per l'attivazione, può essere ammessa la frequenza con riserva a un corso di Master, purché il titolo di studio richiesto per l'accesso venga conseguito in tempi compatibili con la regolare partecipazione al corso.

Lo status di studente del Master si acquisisce con il perfezionamento delle procedure di iscrizione presso i competenti uffici di cui al successivo art. 8.

Ove prevista, l'iscrizione a singoli moduli del corso di Master è soggetta al rispetto dei requisiti di ammissione di cui al presente articolo. Il rilascio di certificazioni attestanti il profitto è comunque subordinato all'accertamento dell'acquisizione delle relative competenze. Non sono ammesse attestazioni di mera frequenza ai corsi di Master.

Valgono, in quanto applicabili, le norme previste dal regolamento carriere studenti dell'Istituzione in materia di iscrizione ai corsi singoli.

È ammessa la restituzione del contributo di iscrizione già versato solo in caso di ritiro dagli studi effettuato entro un mese dall'inizio dei corsi e comunque nella misura dell'80%.

 

Art. 7 (Conseguimento del titolo)

Per conseguire il titolo di Master in Fisarmonica lo studente dovrà aver acquisito i crediti previsti dall'ordinamento del corso, inclusi quelli relativi alle attività di tirocinio e alla prova finale.

Il conferimento dei crediti è subordinato all'accertamento dell'acquisizione delle relative competenze, alla frequenza, al superamento delle eventuali verifiche intermedie e della prova finale.

 

Art. 8 (Contributo di iscrizione, dotazione, compensi)

Il Consiglio di Amministrazione ha stabilito nella seduta del 28/04/2022 le seguenti modalità e contributi di iscrizione:

• quota di € 2000 da versare in favore del Conservatorio a mezzo MAV divisa in 2 rate per gli iscritti al Master (1° rata € 1000 all’atto dell’immatricolazione; 2° rata € 1000 entro il 31 maggio 2023;

• quota di € 150 da versare da versare in favore del Conservatorio a mezzo MAV per i singoli moduli formativi.

L'attribuzione delle attività di docenza, coordinamento e progettazione è effettuata dai Consigli accademici su proposta del consiglio di corso. Le sopra indicate attività, effettuate dai docenti dell'Istituzione al di fuori del monte orario di impegno definito da ciascuna Scuola, possono essere retribuite con compenso orario proposto dal Consiglio di Amministrazione, all'interno della dotazione prevista dal piano finanziario del corso e secondo le modalità previste per l'attribuzione di incentivi ai docenti. Il Consiglio di Amministrazione propone anche i compensi dei docenti esterni, dei tutor e del personale tecnico-amministrativo.

Per tutte le attività di progettazione e coordinamento, il piano finanziario del Master può prevedere compensi entro il limite complessivo del 10% del totale delle entrate.

L’attribuzione delle attività al personale tecnico-amministrativo e ai collaboratori in servizio presso l'Istituzione avviene previa autorizzazione del Direttore amministrativo, al di fuori dell'orario di lavoro e in aggiunta rispetto al proprio monte ore.

 

Art. 9 (Copertura finanziaria dei corsi )

La copertura finanziaria delle attività dei corsi di Master è assicurata dai contributi degli iscritti e da erogazioni a ciò specificamente destinate da enti e soggetti esterni. Non possono essere previsti oneri finanziari a carico del bilancio dell'Istituzione.

Il piano finanziario del corso di Master è stato approvato giusto verbale del Consiglio di Amministrazione del 28/04/2022 riservando in favore dell’Istituzione una quota non inferiore al 5% delle entrate quale contributo forfetario alle spese generali e agli oneri indiretti.

 

Art. 10 (Gestione organizzativa e amministrativo-contabile)

La gestione organizzativa e amministrativo-contabile del corso di Master è affidata all'Istituzione.

 

Art. 11 (Gestione delle carriere degli studenti)

La gestione delle carriere degli studenti del corso di Master, dall'iscrizione al rilascio del titolo, è attribuita all’Ufficio Didattica dell'Istituzione.

 

Art. 12 (Valutazione dei risultati)

I corsi di Master sono sottoposti ad una valutazione dei risultati, anche sulla base degli esiti di processi di verifica della soddisfazione degli iscritti e delle ricadute professionali del titolo (incidenza sull'occupabilità o migliore occupazione degli interessati). A conclusione del corso, il Coordinatore redige una relazione sull'attività svolta e sui risultati conseguiti. La relazione, approvata dalla struttura proponente, è portata all'esame del Nucleo di Valutazione dell’Istituzione e del Consiglio accademico anche ai fini di eventuali proposte di riedizioni del corso per l'anno successivo.

Dopo tre edizioni del corso di Master, il Nucleo di Valutazione provvederà a redigere una relazione di sintesi che ne verifichi i risultati e le ricadute professionali.

 

Art. 13. Norme finali

Le deroghe al presente regolamento sono soggette all'approvazione del Consiglio Accademico, sentito il Consiglio di Amministrazione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 02/11/2022


Esprimi il tuo giudizio sul contenuto di questa pagina

Positivo

Sufficiente

Negativo

Ultime Notizie

29/11/2022

A.A. 2022/2023 Calendario lezioni- Prot. 18318 del 29/11/2022 - dal 28 novembre al 03 dicembre 2022 agg

Pubblicato in: Didattica

Leggi di più
28/11/2022

Calendario PROVA FINALE III sessione 2021-2022

Pubblicato in: Didattica

Leggi di più
22/11/2022

Graduatoria definitivia Chitarra CODI_02

Pubblicato in: Bandi e Graduatorie

Leggi di più
22/11/2022

Elezioni rinnovo Consulta a.a. 2022/2023

Pubblicato in: Didattica

Leggi di più
Tutte le notizie