Ministero dell'Università e della Ricerca
Alto Contrasto Reimposta
Area Protetta
Stemma

Conservatorio di Musica Giuseppe Martucci

Salerno

Menu
Menu
Stemma
Amministrazione Trasparente Albo Pretorio Contatti Sicurezza e Prevenzione Whistleblowing Webmail Studenti

Iscrizioni

 

Gli studenti riconosciuti idonei, ed ammessi ai Corsi Accademici e ai Master di Primo e di Secondo Livello in base alla graduatoria risultante dall’esame di ammissione, dovranno presentare domanda di immatricolazione utilizzando l’apposito modulo.

Le immatricolazioni dei nuovi ammessi e le iscrizioni ad anni successivi al primo si ricevono esclusivamente nel periodo indicato nel  Calendario Accademico alla voce  Immatricolazione ed Iscrizioni del paragrafo Calendario Adempimenti Didattici.

I candidati ammessi con riserva ai Corsi Accademici di Secondo Livello e al Master di Primo Livello, perché non ancora in possesso del titolo richiesto presenteranno domanda di immatricolazione dopo il conseguimento del titolo, ma comunque non oltre il 31 ottobre.

All’atto dell’iscrizione lo studente dovrà versare le seguenti tasse d’iscrizione:

1) € 21,43 da versare sul c/c postale n. 1016 intestato a AGENZIA DELLE ENTRATE – CENTRO OPERATIVO PESCARA (causale: Tasse scolastiche);

2) Tassa Regionale per il diritto allo studio da versare all’ A.DI.S.U.REGIONE CAMPANIA a mezzo bonifico seguendo le istruzioni al seguente link: https://www.consalerno.it/notizie/didattica/tassa-regionale-per-il-diritto-allo-studio

3) Quota Assicurativa di € 30,00 da versare tramite:
MAV/IUV PagoPA

4) Contributo unico accademico di iscrizione al Conservatorio di Salerno, ripartito in una/due rate, da versare tramite:
MAV/IUV PagoPA


Si rammenta che, per calcolare il Contributo onnicomprensivo, occorrerà inserire la scansione della documentazione ISEE/U nella gestione fascicolo studente (ISIDATA) al fine di calcolare l’importo e scaricarne il relativo MAV/IUV PagoPA. 

Il pagamento del contributo onnicomprensivo è suddiviso in due rate solo se l’importo è superiore a € 500,00 come di seguito indicato:

a) Prima rata nella misura del 50% dell’importo da pagare all’atto dell’immatricolazione o iscrizione.

b) Seconda rata nella misura del 50% dell’importo dovuto entro il 31 marzo.

 Per ulteriori dettagli consultare il  Regolamento in Materia di Contribuzione Studentesca.

All’atto dell’immatricolazione ogni studente riceverà le credenziali d’accesso (username e password) al sistema online  ISIDATA attraverso il quale potrà consultare il proprio piano di studi individuale aggiornato.
 

All’atto dell’immatricolazione ogni studente dovrà optare tra i seguenti regimi di impegno:

· studente impegnato a tempo pieno
· studente impegnato a tempo parziale

Possono richiedere l'iscrizione a tempo parziale gli studenti che per giustificate ragioni di lavoro oppure per doppia iscrizione (Università-Scuola/Conservatorio) non possano assolvere all'impegno di studio secondo i tempi e le modalità previste per gli studenti a tempo pieno.

Lo studente impegnato a tempo parziale deve presentare un piano di studi individuale di non più di 40 crediti per ogni annualità.

I Consigli di Corso approvano i piani di studio individuali presentati dagli studenti e le altre domande di opzione individuale nell’ambito dei percorsi formativi.

Lo studente lavoratore che intenda richiedere l'iscrizione a tempo parziale deve presentare all'atto dell'iscrizione idonea certificazione o dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà contenente le seguenti indicazioni:
- periodo di attività lavorativa svolta, che non può essere inferiore a sei mesi ed un giorno continuativi nell'arco dell'anno;
- datore di lavoro, nel caso di lavoro subordinato;
- soggetto con cui si svolge un'attività di collaborazione coordinata o continuativa:
- partita IVA, in caso di lavoro autonomo, tipologia di attività svolta e indicazione del "volume d'affari" che non può essere inferiore ai 7.000 euro;
- dati relativi all'iscrizione alla Camera di Commercio in casi di imprenditore commerciale o agricolo

Lo studente che per particolari attitudini ha ottenuto l'ammissione ad un corso di Diploma accademico di primo livello pur non essendo in possesso ancora di diploma di maturità, può richiedere l'iscrizione a tempo parziale per poter frequentare contemporaneamente una Scuola superiore.

Lo studente iscritto contemporaneamente al Conservatorio e all'Università deve presentare all'atto dell'iscrizione i piani di studio part-time previsti dai rispettivi ordinamenti. I competenti organi verificano e approvano i piani di studio presentati. Fino all'approvazione dei piani di studio da parte di entrambe le Istituzioni lo studente è iscritto con riserva.

E' possibile richiedere il passaggio dal tempo pieno al tempo parziale e viceversa, presentando domanda corredata della necessaria documentazione entro i termini di iscrizione. Tale facoltà potrà essere esercitata una sola volta. Al momento della richiesta di passaggio lo studente deve aver già acquisito un minimo di 60 crediti formativi.

Lo studente iscritto a tempo parziale è escluso dai benefici erogati direttamente dal Conservatorio (borse di studio, collaborazioni studentesche part-time, ecc.)

Lo studente iscritto a tempo parziale non può superare annualmente il limite dei crediti concordati. Può tuttavia sostenere gli esami in debito degli anni precedenti di cui ha acquisito le frequenze.

La possibilità di iscriversi contemporaneamente a due corsi di istruzione superiore è possibile a partire già dall’anno accademico 2022-2023.

L’iscrizione a due corsi di istruzione superiore è stata prevista dalla legge del 12 aprile 2022, n. 33 e dai successivi decreti ministeriali n. 930 del 29 luglio 2022 e n. 933 del 02 agosto 2022.

In particolare, il D.M. 930/2022 ha disciplinato le modalità per facilitare la contemporanea iscrizione degli studenti a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, con l’eccezione dei corsi di specializzazione medica, anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

Il D.M. 933/2022, invece, ha previsto le modalità per potersi iscrivere contemporaneamente a due diversi corsi di diploma accademico di primo o di secondo livello o di perfezionamento o master presso le Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM). Il decreto ha previsto che gli studenti possono iscriversi contemporaneamente:

  • a due corsi di diploma accademico di primo o di secondo livello o di perfezionamento o master se si differenzino per almeno i due terzi delle attività formative;
  • a un corso di diploma accademico e a un corso di perfezionamento o master, di dottorato di ricerca o di specializzazione, o a un corso di dottorato di ricerca o di perfezionamento o master e a un corso di specializzazione;
  • a un corso di studio universitario e a un corso di studio presso le istituzioni dell’AFAM.

In linea con quanto previsto anche dal D.M. 933/2022 che disciplina le modalità per facilitare la contemporanea iscrizione degli studenti a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale, anche per le istituzioni dell’AFAM ove possibile e ove compatibile con il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studio, entro i limiti disposti dalla normativa vigente (DPR 212/2005), al fine di soddisfare gli obblighi di frequenza, le Istituzioni AFAM, limitatamente agli insegnamenti a carattere teorico, e alla parte teorica degli insegnamenti teorico-pratici possono consentire agli studenti di usufruire di attività formative erogate a distanza, ferma restando la valutazione sotto il profilo della organizzazione e della sostenibilità di tale agevolazione da parte delle Istituzioni.

Ove possibile e ove compatibile con il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studio, le strutture didattiche competenti possono prevedere modalità organizzative della didattica coerenti con una frequenza part-time degli studenti al fine di favorire la contemporanea iscrizione a due corsi di studio distinti, di cui uno con frequenza obbligatoria. In tal caso, la durata del corso di studio nel quale viene concessa la frequenza part-time può essere incrementata sulla base di autonome disposizioni riportate nel regolamento didattico dell’Istituzione. In ogni caso, devono essere rispettati i limiti minimi di frequenza obbligatoria disciplinati dai singoli regolamenti didattici dei corsi di studio, nonché gli obblighi relativi alla propedeuticità degli insegnamenti, anche in ottemperanza degli obblighi di frequenza previsti dalla normativa europea.

Nel caso di corsi di studio con frequenza obbligatoria prevista dai rispetti regolamenti didattici dei corsi di studio, le Istituzioni AFAM possono disciplinare, su istanza degli studenti iscritti contemporaneamente a due corsi di studio, modalità organizzative e scansioni temporali anche in deroga a quanto previsto nei regolamenti didattici atte a facilitare la fruizione e la frequenza delle attività formative previste come obbligatorie. Ove possibile e ove compatibile con il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studio, le strutture didattiche competenti delle istituzioni AFAM ricorrono a modalità di erogazione della didattica flessibili, concentrando le attività formative in periodi limitati di tempo, anche al di fuori della scansione temporale prevista dal calendario didattico, al fine di favorire la contemporanea iscrizione a due corsi di studio dei quali uno, o entrambi, prevedano la frequenza obbligatoria.

Per poter usufruire della contemporanea iscrizione alle due Istituzioni, è necessario che lo studente annualmente:

  1. dichiari di avvalersi della contemporanea iscrizione presso le suddette istituzioni (D.M. 933/ 2022);
  2. presenti ad entrambe le istituzioni i piani di studio previsti dai rispettivi ordinamenti (D.M. 933/ 2022);
  3. comunichi, dopo la verifica e l'approvazione da parte di entrambe le Istituzioni, eventuali modifiche ai piani di studio per ulteriore approvazione. (D.M. 933/ 2022).

Il Conservatorio provvederà a trasmettere all'Università e/o Istituzioni AFAM ogni informazione relativa alla frequenza, al percorso e alla carriera dello Studente.

Le Università e/o le Istituzioni AFAM si impegneranno viceversa a trasmettere al Conservatorio ogni informazione relativa alla frequenza, al percorso e alla carriera dello Studente.

Le due Istituzioni, inoltre, provvederanno ad individuare, ciascuna, un proprio referente al fine di favorire il raccordo fra le stesse e concorderanno le modalità per le verifiche di cui tratta il D.M. citato.

Al fine di poter contattare tempestivamente tutte le Università interessate con le Facoltà di riferimento, si invitano gli studenti che intendono avvalersi della doppia iscrizione a comunicare alla Segreteria didattica, oltre a quanto previsto al precedente punto l, ogni informazione utile (Facoltà, Corso di Laurea, eventuale Tutor o Referente presso l'Università, ecc.) per definire in termini formali, nel contatto tra le Istituzioni, ciascuna specifica che riguarda gli studenti interessati.

Faq contemporanea iscrizione 10 ottobre 2022

Faq contemporanea iscrizione 12 gennaio 2023

Scarica il documento allegato

Per alcune discipline gli studenti possono indicare la propria preferenza per il Docente. Di tale preferenza sarà tenuto conto compatibilmente con le esigenze organizzative dell’istituzione.

modulo per l’indicazione della preferenza per il docente della disciplina caratterizzante principale 

Il modulo compilato deve essere consegnato alla Segreteria didattica all’atto d’iscrizione.

E’ obbligatoria la frequenza di tutte le attività formative previste dal piano di studi. L’obbligo di frequenza è assolto mediante la presenza ad almeno il 70% delle ore di lezione. L’assolvimento dell’obbligo di frequenza è attestato dai docenti ed è vincolante ai fini dell’accesso ai relativi esami o al conseguimento dell’idoneità. Lo studente che non assolve gli obblighi di frequenza è tenuto alla ripetizione del corso. Lo studente che non supera l’esame finale del corso o non consegue l’idoneità può scegliere di ripetere il corso anche se ha già assolto gli obblighi di frequenza. Tale facoltà è esercitabile per tutte le discipline, individuali, di gruppo o collettive.
 

Gli studenti possono presentare domanda di trasferimento ad altra istituzione italiana di pari livello entro i termini stabiliti dal  Calendario Accademico. Non è consentito il trasferimento di studenti in debito della sola prova finale o che abbiano sostenuto il solo esame di ammissione.

Gli studenti possono inoltre chiedere il trasferimento ad altro corso di studio di pari livello attivato presso il conservatorio, previo superamento delle relative prove di ammissione.

Gli studenti iscritti ad un qualsiasi corso di previgente ordinamento hanno facoltà di optare per i corsi di diploma accademico di primo livello, previa verifica dei requisiti richiesti per l’ammissione. Le Licenze e i Compimenti conseguiti durante il percorso di studi nel previgente ordinamento saranno riconosciuti nell’ambito dei corsi di diploma accademico di primo livello secondo l’allegata tabella.

Gli studenti possono richiedere la sospensione degli studi fino ad un massimo di cinque anni accademici e possono riaccedere a domanda al medesimo corso, presentando apposita domanda di ripresa degli studi entro i termini stabiliti dal Calendario Accademico. E’ prevista una quota forfettaria di riattivazione pari ad € 300,00 per ogni annualità sospesa.

La mancata iscrizione e frequenza ai corsi di studio per oltre cinque anni comporta l’obsolescenza di tutti i crediti formativi già conseguiti.

Con atto scritto gli studenti possono rinunciare irrevocabilmente al proseguimento della carriera. Il Conservatorio rilascia certificazione della carriera svolta dallo studente rinunciatario.
 

Dal 1° marzo 2022 le istanze di riconoscimento (ex equipollenza) dei titoli artistici, musicali e coreutici sono devolute alle Istituzioni accademiche operanti ufficialmente in Italia, ai sensi dell’ art. 38 co. 3.2 del d.lgs. n. 165/2001, che recita:

“3.2. Al riconoscimento accademico e al conferimento del valore legale ai titoli di formazione superiore esteri, ai dottorati di ricerca esteri e ai titoli accademici esteri conseguiti nel settore artistico, musicale e coreutico, indipendentemente dalla cittadinanza posseduta, provvedono le istituzioni di formazione superiore italiane ai sensi dell'articolo 2 della legge 11 luglio 2002, n. 148, anche per i titoli conseguiti in Paesi diversi da quelli firmatari della Convenzione sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all'insegnamento superiore nella Regione europea, fatta a Lisbona l'11 aprile 1997, ratificata ai sensi della citata legge n. 148 del 2002. Il riconoscimento accademico produce gli effetti legali del corrispondente titolo italiano, anche ai fini dei concorsi pubblici per l'accesso al pubblico impiego.”

Di conseguenza, il provvedimento richiesto deve essere adottato da un Conservatorio presente in Regione, ed al quale va inviata richiesta.

A tal fine, il Conservatorio verificherà che siano presenti in autentica di copia (eseguita ex art. 18 d.P.R. n. 445/2000 presso lo stesso Conservatorio o in un qualsiasi ufficio anagrafe comunale) i seguenti documenti:

  1. titoli ufficiali dell’ordinamento di formazione superiore del Paese estero ove conseguiti;
  2. elenco esami e materie d’insegnamento e/o diploma supplement, rilasciato dall’Istituzione che ha conferito il titolo contenente gli stessi esami;
  3. titoli pregressi ai titoli di cui si chiede il riconoscimento, sia esteri che italiani;
  4. dichiarazione di valore in loco della rappresentanza diplomatica italiana nel paese estero o attestato di comparabilità Enic Naric Italia ( cimea.it);
  5. qualsiasi altra documentazione utile a supporto

I suddetti documenti esteri, ai sensi dell’art. 33 del d.P.R. n. 445/2000, devono essere legalizzati o recare l'Apostille dell'Aja, salvo provengano da Paesi completamente esenti da entrambe le formalità di autenticazione delle firme (Belgio, Francia, Danimarca, Irlanda, Estonia, Lettonia, Germania, Austria e Ungheria).

In alternativa, possono essere esibiti documenti con firma elettronica qualificata, conforme ai regolamenti UE vigente, per titoli conseguiti in Paesi UE o documenti elettronici verificabili mediante i codici inseriti nei documenti medesimi e link ove inserirli nonché, in ulteriore ipotesi, muniti di QR code.

I suddetti documenti debbono essere accompagnati da traduzione ufficiale formata all’estero da traduttore ufficiale o certificata nelle rappresentanze diplomatiche italiane nel paese estero o formata in Italia e munita da verbale di giuramento del traduttore, formato presso un ufficio giudiziario italiano.

All. C modulo istanza riconoscimento - Scarica qui

All. B dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà su DV e allegati a DV - Scarica qui

 

Ultimo aggiornamento: 27/02/2024


Esprimi il tuo giudizio sul contenuto di questa pagina

Positivo

Sufficiente

Negativo

Ultime Notizie

19/04/2024

Masterclass L’ORGANO, LA RICERCA TIMBRICA E LA MUSICA ELETTRONICA

Pubblicato in: Bacheca

Leggi di più
19/04/2024

Bandi per il reclutamento a tempo indeterminato docenti D.M. 180/2023

Pubblicato in: Bandi e Graduatorie

Leggi di più
18/04/2024

CONCORSO CHITARRISTICO NAZIONALE "CHITARRA VERDE SIENA" - 4 MAGGIO 2024

Pubblicato in: Bacheca

Leggi di più
18/04/2024

MASTERCLASS RUUD WIENER STRUMENTI A PERCUSSIONE

Pubblicato in: Bacheca

Leggi di più
Tutte le notizie